FarmacovigilanzaNews.net


News

Il cerotto anticoncezionale Evra può causare trombosi ed infarto miocardico

Evra è un sistema contraccettivo ormonale, transdermico, contenente 6 mg di Norelgestromin e 0.6 di Etinil Estradiolo, per cerotto.

Fin dalla sua introduzione sul mercato canadese nella prima parte del 2004, sono stati segnalati ad Health Canada 16 casi di tromboembolia ed 1 caso di infarto miocardico, sospettati essere associati al cerotto contraccettivo.
Due delle 17 pazienti sono decedute.

La contraccezione ormonale è uno dei noti fattori di rischio per la tromboembolia venosa. Altri fattori comprendono: immobilità prolungata, intervento chirurgico maggiore, storia familiare di tromboembolia venosa, età avanzata, abitudine al fumo ed obesità ( indice di massa corporea, BMI maggiore o uguale a 30 kg/m2 ).

I rischi possono essere cumulativi qualora siano presenti più di un fattore di rischio.

E’ stata osservata un’associazione tra sovrappeseo ( BMI maggiore o uguale a 25 e minore di 30 kg/m2 ) e trombosi, tra le donne che fanno uso di contraccettivi orali.

L’effetto combinato dell’obesità o del sovrappeso e l’impiego dei contraccetivi orali, era maggiore rispetto ai rischi attesi sulla base dei loro effetti singoli.

Il rischio di tromboembolia polmonare è stato anche riportato essere più alto durante i primi 3 mesi post-parto che durante la gravidanza.

La scheda di prodotto dichiara che le donne dovrebbero essere incoraggiate ad usare una forma non-ormonale di contraccezione nei 3 mesi successivi al parto. ( Xagena )

Fonte: Health Canada, 2008